Tu sei qui

L'innovazione al servizio della salute

innovazione al servizio della salute

Disponibili al San Carlo Borromeo gli innovativi defibrillatori compatibili con la Risonanza Magnetica. Dallo scorso 15 aprile, ai pazienti della UOC di Cardiologia dell’Ospedale San Carlo Borromeo che necessitano di defibrillatore cardiaco viene impiantato un innovativo dispositivo compatibile con la risonanza magnetica (RM) di qualsiasi parte del corpo, un esame clinico diventato ormai fondamentale per la corretta diagnosi e il monitoraggio di molte patologie, ma che non poteva essere eseguito in presenza di defibrillatore di vecchia generazione. L’innovativo defibrillatore impiantabile è un piccolo dispositivo “salva vita” indicato per i pazienti a rischio di gravissime aritmie (come la fibrillazione ventricolare) che viene posizionato sottopelle, appena sotto la clavicola, con una operazione chirurgica di breve durata. Attraverso gli elettrocateteri (sottili fili isolati) riceve informazioni dal cuore e, ove necessario, conduce impulsi elettrici al muscolo cardiaco. Il defibrillatore, una vera “emergency room” nel torace, è l’unico dispositivo in grado di riconoscere una tachiaritmia ventricolare maligna (una condizione potenzialmente letale che può condurre all’arresto cardiaco) e di erogare immediatamente e in maniera automatica la terapia elettrica più appropriata (cosiddetto shock) in pazienti a rischio di morte cardiaca improvvisa.

Statisticamente, entro 10 anni dall’impianto, circa il 63% dei pazienti con defibrillatore cardiaco necessita di un’indagine diagnostica con risonanza magnetica: grazie a questo innovativo dispositivo, da qui in avanti sarà possibile eseguire questi accertamenti senza problemi anche nei pazienti cardiopatici portatori di defibrillatore e questo costituisce un deciso progresso terapeutico.

Il nuovo defibrillatore, utilizzato dalla UOC di Cardiologia diretta dal dott. Antonio Mafrici, mantiene la stessa durata di batteria (fino a 11 anni) dei dispositivi precedenti ed è associato a cateteri sicuri per l'uso in ambiente RM, con 10 anni di performance garantita con controllo attivo.

Inoltre, va evidenziato che l’innovativo dispositivo è compatibile con i nuovi sistemi di monitoraggio esterno che, posizionati a casa del paziente, trasmettono i dati diagnostici direttamente all’ospedale, utilizzando la tecnologia cellulare per la telefonia mobile globale. In questo modo tutta l’attività cardiaca potrà essere registrata per i successivi anni senza che il paziente si debba recare periodicamente in ospedale:attraverso questo utilissimo sistema di telemedicina sarà quindi possibile seguire il paziente che, rimanendo comodamente a casa, potrà effettuare i controlli programmati.

Data di pubblicazione: 
dal 22/05/2014 al 28/09/2014
© Copyright 2014 AO San Carlo - tutti i diritti riservati -