Reparti e ambulatori

Tu sei qui

Unità Operativa Complessa di Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza

Dipartimento: 

Responsabile dell'Unità Operativa Complessa Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza:
dr. Renato Dacco'

Coordinatori infermieristici:

Degenza ordinara med d'urgenza: sig.ra Roberta Battaglia

Pronto Soccorso: sig.ra Luisa Venneri

Chi siamo

UOS Pronto Soccorso ed urgenze Cardio – Polmonari ricopre un ruolo importante nella gestione della emergenza- urgenza nella città di Milano, essendo da anni uno dei quattro ospedali che superano gli 80mila accessi di pazienti all'anno. Nel momento in cui si accede al Pronto Soccorso il paziente viene sottoposto al Triage, processo di valutazione iniziale per l’attribuzione di un codice colore, che regola la priorità di accesso alle sale visita.

Tiene conto della GRAVITA’ (pericolo di vita) e delle CONDIZIONI CLINICHE ATTUALI; questa valutazione viene effettuata da personale infermieristico qualificato ed istruito con appositi corsi di formazione, e porta all’attribuzione di un codice colore.

CODICE COLORE:
Il Codice Colore è il criterio che regola l’accesso dei pazienti nelle sale visita e tiene conto della GRAVITA’ (pericolo di vita) delle CONDIZIONI CLINICHE ATTUALI.

Molto critico. Immediato pericolo di vita. Priorità assoluta. Accesso immediato

Mediamente critico. Lesioni gravi che possono compromettere le funzioni vitali più importanti; i Pazienti verranno visitati nel più breve tempo possibile. Accesso rapido alle cure.

Poco critico. Non sussiste alcun pericolo di vita. Accesso di bassa priorità. La precedenza viene data ai malati ritenuti più gravi (codice rosso e giallo).

Non critico, non urgente. Situazione di nessuna urgenza. Il paziente sarà visitato dopo tutti quelli presenti in Pronto Soccorso, o giunti dopo, ma con diverso codice colore (più gravi). I tempi di attesa possono quindi essere lunghi.

Viene inoltre assegnato un braccialetto identificativo recante un codice a barre di 6 cifre; serve al Personale per identificare con sicurezza il paziente, nel rispetto delle regole che tutelano la privacy.

La visita medica avviene nelle Sale visita; ogni sala è affidata ad un Medico Specialista coadiuvato al bisogno da un Infermiere; nel corso della visita il Medico può prescrivere esami del sangue urgenti, esami radiologici, consulenze da parte di altri Specialisti, terapie d’urgenza e anche decidere di effettuare un breve periodo di osservazione clinica. Al termine dell’iter diagnostico (che può richiedere anche qualche ora) il Medico di sala decide per la dimissione del paziente o il suo ricovero e/o il trasferimento ad altra struttura.

E’ attivo anche un Ambulatorio Codici Minori (ACM) al quale vengono assegnati pazienti con codice colore bianco e verde, deambulanti, con riferita patologia ad improbabile evoluzione.

Per alcune procedure diagnostiche per esempio, le trasfusioni di sangue e suoi derivati, esami radiologici invasivi, manovre invasive (posizionamento di drenaggio polmonare o vena centrale o intervento chirurgico o defibrillazione cardiaca nei casi che lo richiedono) o con mezzo di contrasto (tac, angiografia), che comportano un rischio per la salute o la possibilità di effetti collaterali importanti, viene richiesto un consenso scritto da parte del paziente o del genitore (se il paziente è minorenne).

 

Il paziente viene costantemente informato dal medico e dall’Infermiere sull’iter diagnostico terapeutico.

Le informazioni ai parenti vengono fornite, con il consenso del paziente, al termine dell’iter diagnostico principale ed ogniqualvolta si prenda una decisione che riguarda il paziente qualora lo stesso non sia in grado di esprimere il proprio consenso.

Gli accompagnatori sono ammessi solo nel caso in cui il paziente sia minorenne, con disabilità (sordità, cecità, ecc.), abbia deficit cognitivi (demenza, Alzheimer, ecc.) o abbia più di 70 anni.

Esclusi i casi sopracitati, tutti gli altri accompagnatori devono aspettare in sala d’attesa e possono entrare per i colloqui o brevi visite.

 

UOS Medicina d’Urgenza e sistema qualità è dotata di 14 posti letto dove vengono ricoverati pazienti provenienti dal Pronto Soccorso e da altre UOC dell’Ospedale, con problematiche di varia natura, non stabili, che, necessitano di monitoraggio continuo dei parametri vitali oltre ad accertamenti invasivi e non invasivi.

Il Ricovero

Il ricovero avviene unicamente in urgenza dal P.S. o da trasferimento da altro reparto dell’Ospedale.

CONSENSO INFORMATO-DIRITTO ALLA PRIVACY. Anche l’attività di Pronto Soccorso è soggetta alle norme che tutelano il consenso informato e la privacy, fatto salvo lo stato di necessità.

VALORI E DOCUMENTI PERSONALI. Nel caso in cui il paziente abbia con sé valori e/o documenti, questi verranno raccolti dall’infermiere in apposita busta e consegnati ai famigliari, od accompagnatori, previa firma per ricevuta. In assenza verranno conservati in Pronto Soccorso secondo una procedura validata.

Dove: 

Pronto Soccorso: Edificio DEA, piano terra

Medicina d'Urgenza degenze: Edificio DEA 2° piano

Ambulatorio di Medicina d'Urgenza: Edificio Quadrato piano terra settore C

Altri contatti

Direttore UOC 02 4022 2910

Pronto Soccorso coordinatore telefono 02 4022 2908 email luisa.venneri@asst-santipaolocarlo.it

Degenza ordinaria coordinatore telefono 02 4022 2713 email roberta.battaglia@asst-santipaolocarlo.it

Attività: 

Ambulatorio generale: è rivolto prevalentemente a pazienti dimessi dal reparto di Medicina D'Urgenza che necessitano di rivalutazione a distanza o a pazienti già valutati in ambito di PS per problemi internistici.

 

Come accedere agli ambulatori

Con ricetta su proposta del medico di medicina generale o di specialista ambulatoriale e prenotazione tramite gli sportelli CUP.

 

 

 

© Copyright 2014 AO San Carlo - tutti i diritti riservati -